IL FESTIVAL          I LUOGHI          IL PROGRAMMA          GLI OSPITI          I PARTNER          COME ARRIVARE          CONTATTACI

SABATO 2 APRILE

Sabato Ore 10:00
MUSICAINFIABA
musicainfiaba
Casa delle arti e del gioco “Mario Lodi” (Drizzona)
I partecipanti al laboratorio sono chiamati a costruire insieme una storia partendo dall’ascolto “attivo” di una musica. Le associazioni fra le situazioni narrative e gli elementi musicali ne guidano la scrittura. C’è un qualcosa di evocativo in certi suoni, in certi ritmi, in certi fraseggi, ma nulla toglie che rompendo i nessi logici questo materiale si possa manipolare, arricchire, stravolgere, stabilendo di fatto la premessa per un’esperienza creativa completamente nuova. Non è rivelata una corrispondenza a priori testo/musica, non c’è un libretto, non c’è una partitura, non vi sono vincoli interpretativi e la musica non è altro che un modo per ricreare la fiaba sviluppando stati emozionali nuovi. Il finale svelerà il trucco perché, nella musicainfiaba, nulla è impossibile (info@casadelleartiedelgioco.it).

Sabato Ore 11:00
SUONI IN CANTIERE
scrivo, suono, canto, ballo
Istituto Comprensivo G.M.Sacchi, Sala Polivalente
I bambini del Laboratorio di Musica della Scuola Primaria di Piadena e i loro “suoni in cantiere”, che esprimono la preparazione dei brani strumentali con orchestrazioni pensate, suggerite, provate, valutate, riorchestrate quindi “costruite” insieme per trovare l’armonia della musica d’insieme. Sono presentati brani strumentali e coreografie nate da una prima fase di smontaggio della musica per capirne la struttura di base e costruirne poi la danza, l’orchestrazione adatta inventata insieme. Direzione e coordinamento musicale Francesco Badalotti.

Sabato Ore 14:00
FRAMMENTI
con Francesco Marchi
Allo scoccare di ogni ora un racconto, o un capitolo di un grande romanzo, in cui la musica è protagonista assoluta, in un intreccio strettissimo dove i confini tra le due arti sfumano impercettibilmente.
Piazza Garibaldi

Sabato Ore 14:00
IL RITORNELLO IN CONCERTO
scrivo, suono, canto, ballo
Giardini pubblici
Spazio sonoro/didattico a cura delle band e dei solisti della scuola comunale di musica “Il Ritornello” di Piadena.  

Sabato Ore 14:00
CORDE IN MOVIMENTO
Denis Zannani, violinoAntonio Braidi, violoncelloAngela Tripodi, danza
un libro un corpo uno strumento
Villa Magio Trecchi, Sala Rosa
Un dialogo ravvicinato fra corpo e strumenti ad arco, fra danza e musica, accompagnato dalle melodie celebri d’opera e d’operetta e di colonne sonore immortali, e un finale in crescendo fra Bach, Mozart e Verdi.

Sabato Ore 15:00
FRAMMENTI
con Francesco Marchi
Allo scoccare di ogni ora un racconto, o un capitolo di un grande romanzo, in cui la musica è protagonista assoluta, in un intreccio strettissimo dove i confini tra le due arti sfumano impercettibilmente.
Piazza Garibaldi

Sabato Ore 15:00
IL PIANOFORTE DI BEETHOVEN E DI CHOPIN
Lorenzo Marvin Piovani, pianoforte
generazione di fenomeni
Chiostro dei Girolamini
Due grandi compositori e diverse situazioni musicali, dal virtuosismo al lirismo fino al contrappunto. L’ultimo Beethoven, che concilia l’ormai avviato romanticismo con il classicismo e la ricercatezza barocca, e Chopin, con le esplorazioni timbriche del “suo” pianoforte, qui nella veste di strumento orchestratore ed emblema della passione romantica.

Sabato Ore 15:00
LA BUONA NOVELLA SECONDO DE ANDRÉ
Piöçç - Piccola orchestrina cantastorie Castellani
parole, note e parole
Museo Archeologico Platina, Sala Rossa
La narrazione attraverso le immagini, le parole e la musica di uno dei più importanti LP  della musica d’autore italiana, La buona novella. Cos’ha voluto dire Fabrizio De André con questo album e perché?

Sabato Ore 15:00
LA RAFFINATEZZA DI UN SELVAGGIO CANTASTORIE
Giuseppe Giupi Boles, voce recitante - Pierpaolo Vigolini, pianoforte
un libro un corpo uno strumento
Villa Magio Trecchi, Sala Rosa
Performance di lettura e interpretazione di frammenti di romanzi di Giuseppe Giupi Boles, Vuoto a rendere e 39, in contrappunto alle note pianistiche originali di Pierpaolo Vigolini, e un racconto e un monologo sulle mani, sempre dello stesso autore/interprete.

Sabato Ore 16:00
FRAMMENTI
con Francesco Marchi
Allo scoccare di ogni ora un racconto, o un capitolo di un grande romanzo, in cui la musica è protagonista assoluta, in un intreccio strettissimo dove i confini tra le due arti sfumano impercettibilmente.
Piazza Garibaldi

Sabato Ore 16:00
CONCERTO DEL TRIO ASALKA
Asia Uboldi, flauto traversoAlessio Calcagno, clarinettoCarlo Alberto Meluso, fagotto
generazione di fenomeni
Chiostro dei Girolamini
Mozart, Kötschau, Kummer, Ibert: un programma interessante e impegnativo nell’esecuzione di un trio formato da strumentisti che, nonostante la giovane età, sono già delle splendide realtà del concertismo nazionale.

Sabato Ore 16:00
DAL BUIO ALLA LUCE: RAY CHARLES E GLI ALTRI
Fabio Perrone con Stefano Rambaldi
lo scrittore e il musicista
Biblioteca Civica
La lettura di passi del libro dell'autobiografia di Ray Charles è il punto d’avvio di un percorso che tocca le tematiche della musica in rapporto alla cecità (con esempi anche attuali su formazione, professione e disabilità), la scrittura musicale Braille e le attività dell’associazione Libro Parlato di Cremona che da anni coinvolge un nutrito gruppo di "donatori di voce".

Sabato Ore 16:00
DIVERTIMENTO JAZZ
O.F.M. (Ospiti Fattoria Mezzacapa) Quintet:
…&pop&jazz&folk&rock
Giardini pubblici
L’ascolto di standards poco frequentati (Shorter, Monk, Golson…) con l’introduzione, in mezzo a questi brani, di originali che rappresentano un elemento di novità, di divertimento e di rischio… “un po’ come il sasso dei fratelli Caponi nella finestra della Fattoria Mezzacapa”. È la proposta di O.F.M. Quintet: Andrea Acquaroni, batteria – Gianluca Lione, contrabbasso - Gabriele Fava, sax - Nicola Maestri, chitarra - Luca Bernardi, pianoforte.

Sabato Ore 17:00
FRAMMENTI
con Francesco Marchi
Allo scoccare di ogni ora un racconto, o un capitolo di un grande romanzo, in cui la musica è protagonista assoluta, in un intreccio strettissimo dove i confini tra le due arti sfumano impercettibilmente.
Piazza Garibaldi

Sabato Ore 17:00
I PRELUDI DI CHOPIN
Veronica Papotti, pianoforte
generazione di fenomeni
Chiostro dei Girolamini
La magia,il fascino, la poetizzazione  dei preludi op. 28 di Chopin nelle mani e nell’interpretazione di una giovanissima pianista.

Sabato Ore 17:00
RED HOT PEPPERS
Gabriele Zanetti e Duo Gershwin
parole, note e parole
Museo Archeologico Platina, Sala Rossa
Il saggio Red Hot Peppers, presentato al festival, tratta della nascita e del primo periodo della popular music americana e delinea lo scenario socioculturale in cui si vennero a definire i caratteri specifici di quella musica. Blues, ragtime, spirituals, canti di lavoro costituirono le principali fonti musicali che affluirono nel cosiddetto Jazz. Eliminando aneddoti e facili semplificazioni, il saggio tenta di ricondurre a quelle forme autoctone che furono alla base del più importante movimento musicale del XX secolo. La conferenza è arricchita da interventi musicali dal vivo, eseguiti con strumenti tipici della tradizione popular americana quali mandolino bluegrass e banjo.

Sabato Ore 17:00
OLTRE
Ensemble delle terre verdiane
…&pop&jazz&folk&rock
Giardini pubblici
Il programma proposto dall’ensemble (Matteo Ferrari, flauto – Denis Zannani, violino – Ciro Chiapponi, viola – Antonio Braidi, violoncello) spazia apertamente nel tempo e nello spazio: dalla musica antica e rinascimentale ai classici dei grandi compositori europei dell’Ottocento, dalle colonne sonore dei film più famosi agli arrangiamenti di brani di musica rock e pop, dai tango argentini di Piazzolla alle più celebri arie dell’Opera italiana.

Sabato Ore 17:00
IL MESTIERE DELL’ARRANGIATORE
incontro con… Celso Valli
Centro Civico
I segreti di un mestiere importante e poco conosciuto della musica popular nel racconto del più grande esponente italiano. Produttore e arrangiatore, Celso Valli ha collaborato con Mina, Baglioni, Celentano, Zero, Bocelli, Ramazzotti, Vasco Rossi, Pausini, Amoroso, Noemi, fino a Il Volo, firmando gli arrangiamenti di successi strepitosi quali Self Control, Terra promessa, La vita è adesso, Ti sento, E dimmi che non vuoi morire, Io canto, Un senso, Quello che le donne non dicono, Più bella cosa, Grande amore.

Sabato Ore 18:00
FRAMMENTI
con Francesco Marchi
Allo scoccare di ogni ora un racconto, o un capitolo di un grande romanzo, in cui la musica è protagonista assoluta, in un intreccio strettissimo dove i confini tra le due arti sfumano impercettibilmente.
Piazza Garibaldi

Sabato Ore 18:00
RAPSODIA SU UN SOLO TEMA. COLLOQUI CON RAFAIL DVOINIKOV
con Claudio Morandini
lo scrittore e il musicista
Biblioteca Civica
Nel 1996 Ethan Prescott, giovane compositore di Philadelphia, si reca in Russia a intervistare l’anziano e quasi dimenticato collega Rafail Dvoinikov. Il titolo del progetto, Rapsodia su un solo tema, rimanda a una delle partiture più emblematiche di Dvoinikov. Il vecchio rievoca giovinezza, incontri, amori, umiliazioni, con il disincanto di chi finalmente non deve più rendere conto a nessuno. In sottofondo, la Storia, spesso dolorosa ed enigmatica, del Novecento. «La caratteristica più impressionante di questo romanzo è la verosimiglianza. La scrittura efficace ma discreta (proprio come l’eleganza vera, che quando c’è non si fa notare) funziona come un vetro pulito, la cui trasparenza lascia credere che non vi siano barriere fra lo spettatore e la scena» (Giovanna Repetto, "Il paradiso degli orchi").

Sabato Ore 18:00
SOLO BANDONEON
Fabio Turchetti, bandoneon
…&pop&jazz&folk&rock
Giardini Pubblici
Il caratteristico, intrigante suono del bandoneon nelle mani d’arte di un polistrumentista riconosciuto a livello mondiale: “Fabio is an interesting and experienced musician and he is always going to inspire some excellent musical moments“ (Michael Hingston - Froots).

Sabato Ore 21:00
ALLA (RI)SCOPERTA DEL CANTO CONTADINO
Gruppo Padano
parole, note e parole
Museo Archeologico Platina, Sala Rossa
Concerto-lezione sul Canto Contadino, di cui il Gruppo Padano si è occupato durante il suo lavoro di ricerca fin dal 1962. Una proposta che si rivela interessante e utile per far comprendere il significato profondo del canto popolare tradizionale, le sue origini e la sua evoluzione. La pubblicazione Il Canto popolare spiegato ai ragazzi e ai giovani e il quaderno Loi bella va in giardino: la ballata e la canzone narrativa nella ricerca e nel repertorio del Gruppo Padano di Piadena fungono da base formativa e di discussione su un tema di cui oggi si riflette poco.

Sabato Ore 21:00
FLUSSI D’INCHIOSTRO. MUSICA E PAROLE NELLA VITA DI ALDO FINZI
Simona Carapella, voce recitante - Eleonora Carapella, pianoforte - Maurizio Cadossi, violino
la musica del cielo
Chiesa della Cattedra di San Pietro (Vho)
Aldo Finzi, compositore milanese di antica famiglia ebrea, visse in Italia nella prima metà del Novecento. La sua musica andò perduta dopo sua morte, avvenuta nel febbraio del 1945, e venne ritrovata fortunosamente una trentina d’anni fa. Da allora in poi è eseguita ed apprezzata in tutto il mondo.
Il racconto della biografia di Aldo Finzi, indissolubilmente legata ai drammatici eventi storici di quegli anni, sarà il filo conduttore del programma. La narrazione della sua vita si interromperà per dare spazio alla sua musica e a quella a lui coeva (Malipiero, Saint-Saens) eseguita da violino e pianoforte, oltre a stralci delle sue pubblicazioni letterarie e del carteggio privato.


 

DOMENICA 3 APRILE

Domenica Ore 11:00
VIAGGIO IN DUE
Veronica Pezzi, pianoforteNiccolò Nova, pianoforte
generazione di fenomeni
Chiostro dei Girolamini
Dal pianismo classico al pianismo contemporaneo. Un viaggio nel tempo, da Mozart a Einaudi, attraverso le interpretazioni di due giovanissimi e promettenti pianisti.

Domenica Ore 12:00
DA BACH A BRUCH
Margherita Succio, violoncello - Alberto Occhipinti, pianoforte
generazione di fenomeni
Chiostro dei Girolamini
“Da Bach a Bruch” propone un viaggio musicale senza continuità filologica, appunto, da Bach a Bruch. Nella prima parte i due giovani musicisti si esibiscono in un repertorio solistico, mentre nella seconda parte affrontano alcune tra le pagine più belle del repertorio per violoncello e pianoforte.

Domenica Ore 12:00
CREMONA DA SUONARE
con Marco Bragazzi  
parole, note e parole
Museo Archeologico Platina, Sala Rossa
Presentazione in anteprima assoluta del cd Cremona, opera dedicata alla città di Cremona (ma non solo) e al suo rapporto con la storia della musica. Il cd ripercorre i tributi di autori stranieri attivi tra la seconda metà del 1800 e i primi anni del 1900, compositori che hanno scelto di comporre arie o sonate per la città del Torrazzo. Tutti i pezzi non sono mai stati registrati prima, il video proposto è quello di Cremona Waltz, ballata scritta da J.H. Hewitt nel 1836 circa e interpretata per la prima volta dal vivo da Francesco Zuvadelli presso il Museo Civico Ala Ponzone di Cremona il 19 giugno 2015. Cremona Waltz rappresenta il punto di partenza dell'intera opera, sia dal punto di vista temporale che come progetto dell'intero cd.

Domenica Ore 14:00
FRAMMENTI
con Stefania Maceri
Allo scoccare di ogni ora un racconto, o un capitolo di un grande romanzo, in cui la musica è protagonista assoluta, in un intreccio strettissimo dove i confini tra le due arti sfumano impercettibilmente.
Piazza Garibaldi

Domenica Ore 14:00
POMERIGGIO ACUSTICO
Vanessa Borrini, voce
generazione di fenomeni
Chiostro dei Girolamini
Accompagnata alla chitarra da Stefano Mangoni, Vanessa Borrini interpreta canzoni riarrangiate in versione acustica, con la presenza di cover e di inediti.

Domenica Ore 14:00
NOTE D’AUTORE. A TU PER TU CON I COMPOSITORI D’OGGI
Ricciarda Belgiojoso
parole, note e parole
Museo Archeologico Platina, Sala Rossa
Per oltre dieci anni Ricciarda Belgiojoso, dalle antenne di Radio Classica, ha intrattenuto con le sue interviste ai compositori più rappresentativi della scena attuale, con l'intenzione di dimostrare che "La grande musica non finisce con il '900". La musica contemporanea in effetti è generalmente considerata ostica: "Mi ero proposta per quel ruolo proprio perché, curiosa di conoscere la musica del mio tempo, avevo grande difficoltà a trovarne tracce: rarissime comparse nelle trasmissioni radiofoniche, inesistenti in quelle televisive, scarso il numero di concerti. Facevo prima a occuparmene direttamente". Il libro Note d'autore. A tu per tu con i compositori d'oggi, presentato al Festival, raccoglie una trentina di interviste, in cui si raccontano grandi maestri a fianco di giovani talenti, autori come Boulez, Sciarrino, Nyman, Morricone, Glass, Sollima, Battistelli, Einaudi, Reich. Tra curiosità, aneddoti e indicazioni discografiche che consentono di mettersi alla prova con gli ascolti, si trovano le chiavi di lettura per affrontare un mondo fatto di contaminazioni, un panorama di musiche senza frontiere.

Domenica Ore 14:00
BROTHERS ON THE ROAD
Brothers
…&pop&jazz&folk&rock
Giardini pubblici
L’esecuzione di brani inediti in acustico, alternati ad alcune cover significative per la band (Bruce Springsteen, John Mayer), è la proposta dei Brothers, formazione con due chitarre acustiche e due voci, Mattia (principale) e Giovanni (seconda voce). Le canzoni sono un riassunto dei dubbi più comuni nella vita e nell’intimità di una persona. Gli inediti si ispirano agli idoli della band, ovvero John Mayer, Beatles, Mumford and Sons, Bruce Springsteen e più in generale al sound del Greenwich Village, luogo che vede nascere il folk americano di Bob Dylan, e della west coast.

Domenica Ore 14:00
COMINOSI
Giuseppe Cominotti, pianoforteSimone Coroni, voce narrante
un libro, un corpo, uno strumento
Villa Magio Trecchi, Sala Rosa
Letture teatralizzate di storie, racconti, poesie e aforismi sostenute, accompagnate, alternate alle note del pianoforte, per una performance a due voci, pianoforte e voce narrante, in un intenso e coinvolgente dialogo su musica composta da Giuseppe Cominotti, in parte tratta dall’album "Cominosi".

Domencia Ore 15:00
FRAMMENTI
con Stefania Maceri
Allo scoccare di ogni ora un racconto, o un capitolo di un grande romanzo, in cui la musica è protagonista assoluta, in un intreccio strettissimo dove i confini tra le due arti sfumano impercettibilmente.
Piazza Garibaldi

Domenica Ore 15:00
PASSANDO PER ROSSINI
Andrea Coruzzi, fisarmonica
generazione di fenomeni
Chiostro dei Girolamini
Da Domenico Scarlatti a Franz Liszt, passando per una originale trascrizione di Largo al Factotum dal Barbiere di Siviglia ed approdare infine al tango di Astor Piazzolla. Brani di musica classica e  contemporanea: un excursus temporale notevole al suono travolgente di uno strumento antico e attuale allo stesso tempo.

Domenica Ore 15:00
ALTRIMENTI CI ARRABBIAMO!
Cello Ensemble “Freude”
scrivo, suono, canto, ballo
Istituto Comprensivo G.M.Sacchi, Sala Polivalente
23 violoncelli e un appassionante programma che comprende trascrizioni di brani tratti da colonne sonore di film famosi: Profumo di donna, Beverly Hills Cop, Doctor Who… Direttore: Fausto Solci. Assistente alla direzione: Federico Lugarini.

Domenica Ore 15:00
RECITAL PER STRUMENTI A PLETTRO
Camilla Finardi, strumenti a plettro
un libro, un corpo, uno strumento
Villa Magio Trecchi, Sala Rosa
Nel recital sono suonati tutti gli strumenti della famiglia dei plettri (mandolino, mandola, liuto cantabile e chitarra). Il repertorio è incentrato su importanti compositori per mandolino attraverso un percorso cronologico, dalle aggraziate fioriture della musica barocca, al romanticismo di fine Ottocento, fino ad arrivare alle asprezze della musica contemporanea. Il continuo cambio di strumenti rende il recital estremamente vario, dinamico e ricco di timbri e nuances particolari.

Domenica Ore 16:00
FRAMMENTI
con Stefania Maceri
Allo scoccare di ogni ora un racconto, o un capitolo di un grande romanzo, in cui la musica è protagonista assoluta, in un intreccio strettissimo dove i confini tra le due arti sfumano impercettibilmente.
Piazza Garibaldi

Domenica Ore 16:00
UN TUFFO NELL’OPERA
Stela Dicusară, sopranoGuido Dazzini, baritonoIulia Relinda Ratiu, pianoforte
generazione di fenomeni
Chiostro dei Girolamini
Il trio di giovani musicisti, uniti dalla passione comune per l’opera, propone un tuffo in questo mondo affascinante. Il programma prevede brani che spaziano da Mozart a Verdi, spostandosi fino al ‘900 con Puccini, con l’intento di esplorare le diverse sonorità timbriche e i diversi stili dei brani ma soprattutto di creare musica insieme.

Domenica Ore 16:00
I SUONI DELL’ALBERO
Con Nicola Scaldaferri, Stefano Vaja, don Giuseppe Filardi
parole, note e parole
Museo Archeologico Platina, Sala Rossa
La festa del Maggio di Accettura, in Basilicata, è uno dei principali riti arborei italiani e costituisce un oggetto classico degli studi degli antropologi. A parlarcene saranno Nicola Scaldaferri, che insieme a Steven Feld ha condotto un’approfondita ricerca sull’argomento, prendendo per la prima volta come punto di partenza la ricchissima componente sonora; Stefano Vaja, il fotografo che ha accuratamente documentato i diversi momenti della "festa", e che mostrerà uno affascinante video realizzato ad Accettura; e don Giuseppe Filardi, parroco di Accettura e importante studioso di tradizioni popolari e di storia locale. Da questa ricerca nasce il libro "I suoni dell’albero".

Domenica Ore 16:00
UNFORGETTABLE TRACKS
Soul Power
…&pop&jazz&folk&rock
Giardini pubblici
L’esecuzione di brani indimenticabili del repertorio del jazz e del soul portati al successo da interpreti leggendari (Aretha Franklyn, Ray Charles, Etta James, Sam Cooke) sono al centro dell’esibizione della band, composta da Alessia Galeotti, voce - Giuseppe Cominotti, piano - Roberto Rossi, sax - Paolo Gialdi, basso - Max Savioli, batteria.

Domenica Ore 17:00
FRAMMENTI
con Stefania Maceri
Allo scoccare di ogni ora un racconto, o un capitolo di un grande romanzo, in cui la musica è protagonista assoluta, in un intreccio strettissimo dove i confini tra le due arti sfumano impercettibilmente.
Piazza Garibaldi

Domenica Ore 17:00
IL MAGGIO DI ACCETTURA
I "Maggiaioli" di Accettura
…&pop&jazz&folk&rock 
Piazza Garibaldi / Giardini pubblici
Sfilata ed esibizione del gruppo folk “I Maggiaioli” di Accettura (MT) per le vie del paese, con la partecipazione della “Centa”. Ballerini, musicisti e cantanti, con costumi e strumenti musicali della tradizione, percorreranno la strada che separa Piazza Garibaldi dai Giardini Pubblici offrendo uno spettacolo unico e imperdibile.

Domenica Ore 17:00
UN OMBRELLO D'ETERNITÀ: LA POESIA CANTATA IN MUSICA DI MASSIMO BUBOLA
con Maurizio Telli
lo scrittore e il musicista
Biblioteca Civica
Non una biografia, ma un saggio che invita alla curiosità. Il percorso artistico e culturale di Massimo Bubola è raccontato per tematiche e scandito dai ritmi e dai tempi della memoria dell'autore del saggio. Il titolo esprime nell'ombrello d’eternità la citazione di un verso della ballata L'alba che verrà, contenuta nel disco prodotto da Bubola nel 2014 Il testamento del capitano. Già nella titolazione si vuole precisare quella che è la caratteristica principale della poesia buboliana, vale a dire, la tensione, la speranza d'eternità che i testi suggeriscono e verso cui è indirizzato l'itinerario  artistico percorso dal cantautore veronese. Una poetica fondata sul rispetto del passato, sulla memoria delle tradizioni di una civiltà patriarcale di cui ha avuto esperienza nei suoi primi anni di vita, dove il nonno "vegliava sui fatti miei e sui fatti tuoi", vale a dire era il custode, condividendole, delle esperienze della comunità contadina che a lui si riferiva; ciò riconosceva ed attribuiva a lui una profonda autorevolezza e responsabilità morale sull'intera famiglia così allargata. Il libro è basato su un lavoro serio di ricerca teso ad approfondire e spiegare l'opera di un artista di spessore umano e culturale.

Domenica Ore 18:00
FRAMMENTI
con Stefania Maceri
Allo scoccare di ogni ora un racconto, o un capitolo di un grande romanzo, in cui la musica è protagonista assoluta, in un intreccio strettissimo dove i confini tra le due arti sfumano impercettibilmente.
Piazza Garibaldi

Domenica Ore 18:00
COSÌ, COME S(U)ONO…
incontro con… Walter Savelli
Centro Civico
“Ventimila giorni di note e di storie” raccontati da uno dei protagonisti della musica pop italiana, al fianco di Claudio Baglioni per 35 anni, e condensati in due libri racconto, di cui l'ultimo da poco uscito. L'incontro sarà anche l'occasione per un'analisi divertente ed appassionata del mondo dello spettacolo e dello show-business, con aneddoti e racconti di una storia professionale iniziata cinquanta anni fa ed in continua evoluzione.

Domenica Ore 21:00
ROBERT SCHUMANN: KREISLERIANA. PAROLE E MUSICHE PER CLARA
Massimo Guidetti, pianoforteGiuseppe Gaiani, voce recitante
la musica del cielo
Chiesa della Cattedra di San Pietro (Vho)
Nell’aprile 1838 Robert Schumann scrive di getto, forse in quattro giorni, una serie di otto brani per pianoforte, “Fantasien”, che chiamerà Kreisleriana ispirandosi a Johannes Kreisler, il musicista pazzo protagonista di un racconto di E.T.A. Hoffmann. Ad ispirare questo capolavoro musicale è in realtà l’amata Clara a cui Schumann non potrà dedicare pubblicamente il ciclo di composizioni per non scatenare le ire del padre contrario al loro fidanzamento. L’esecuzione di Kreisleriana insieme alla lettura di frammenti di lettere proprio di quel periodo a Clara ci offriranno uno squarcio nel mondo interiore di Robert Schumann dove vita e arte, amore e musica si compenetrano come mai prima d'ora.